Via tutti i posti letto dall’ospedale Annunziata, bagarre in consiglio regionale

Ciarambino (M5S): “Reazione scomposta da De Luca: resteranno solo gli ambulatori e l’accettazione di oggi e un presidio territoriale”

“La reazione scomposta e inopportuna del presidente della Regione Campania che attacca un consigliere regionale nonché presidente della Commissione Trasparenza conferma che abbiamo colpito nel segno. L’ospedale Annunziata chiuderà, anzi sta già chiudendo, non ci sarà più nessun posto letto, ma solo gli ambulatori e l’accettazione di oggi e un presidio territoriale”. Lo dice il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino, presidente della Commissione speciale Trasparenza rispondendo alle nuove accuse di De Luca via social. “Dei 19 posti letto di Terapia intensiva neonatale già smantellati all’Annunziata – prosegue – ad oggi non c’è nessuna traccia altrove: la Tin della Seconda università che avrebbe dovuto accoglierne una parte non ha ancora aperto e certamente non potrà garantire questi numeri, ma intanto la Tin all’Annunziata è stata chiusa in tutta fretta e i piccoli neonati sono stati sparpagliati tra diversi ospedali campani”. “Presto effettueremo sopralluoghi in questi ospedali – annuncia Ciarambino – per verificare le condizioni e l’eventuale sovraffollamento delle Terapie intensive neonatali”. “De Luca invece che continuare a ingannare i campani con chiacchiere e menzogne – sottolinea – dicesse con chiarezza che fine faranno i 16 posti letto di pediatria dell’Annunziata”. “Se verranno chiusi, come dimostrano le carte, significherà che si sta privando l’assistenza pediatrica – prosegue – visto che l’apertura della Pediatria al Loreto Mare appartiene al libro dei sogni”. “L’apertura del reparto è legata, come ribadito dallo stesso De Luca – nota – a quella dell’Ospedale del Mare e vista la gestione torbida delle gare di cui si parla sulla stampa, i tempi già biblici diventeranno ere geologiche”. “De Luca per una volta facesse il suo dovere di presidente di Regione – conclude Ciaramabino – assumendosi l’impegno pubblico di mantenere i posti letto di pediatria all’Annunziata fino all’apertura di analoghi servizi sanitari nella stessa area”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest