Salerno, migliora il bimbo ricoverato per meningite. Profilassi a scuola

La dirigente scolastica del comprensivo Calcedonia, dove il bambino è iscritto, ha informato le famiglie che i locali scolastici sono stati puliti e aerati, lasciando tutta la notte le finestre aperte e i termosifoni spenti

Migliorano le condizioni del bambino di sette anni ricoverato ieri nell’ospedale Ruggi di Salerno per una sospetta meningite. Il sindaco, Vincenzo Napoli, questa mattina si è recato in ospedale per informarsi sullo stato di salute del piccolo.  Il bambino presentava febbre alta, vomito, rigidità del collo e dolori alla schiena. Stamattina la dirigente scolastica del comprensivo Calcedonia, Mirella Amato, dove il bambino è iscritto, ha informato le famiglie che i locali scolastici sono stati puliti e aerati, lasciando tutta la notte le finestre aperte e i termosifoni spenti. I medici dell’Asl di Salerno hanno contattato i genitori dei 17 compagni di classe del bimbo che inizieranno immediatamente la profilassi. La stessa e’ stata estesa a tutti i bambini entrati in contatto stretto con l’alunno, ovvero tutti quelli della mensa, per un totale di 160 bambini.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest