Una ventina i destinatari dell’ordinanza cautelare. Presi di mira gli istituti finanziati da fondi europei

NAPOLI – Erano alla ricerca di Istituti Scolastici con attrezzature informatiche nuove appena assegnate grazie ai fondi europei.

Sono una ventina i destinatari di una ordinanza cautelare emessa dal Gip di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica, eseguita stanotte dai Carabinieri delle Compagnie Vomero e Stella. I reati contestati sono associazione per delinquere finalizzata ai furti nelle scuole e ricettazione.

Numerose le scuole saccheggiate dalla banda in tutte le province campane, prevalentemente nel capoluogo.

Un business milionario monitorato e poi interrotto dai Carabinieri, che sono riusciti a identificare i componenti del gruppo, ricostruirne i movimenti nonché seguirne in diretta gli spostamenti, recuperando la refurtiva subito dopo i colpi.

Spavaldo l’atteggiamento del gruppo di ladri che in alcuni passaggi delle intercettazioni dicono: “Siamo una paranza troppo forte”, “coi furti nelle scuole facciamo mille euro a sera”, “27mila euro con la vendita del materiale di un solo furto”, “grazie ai finanziamenti stanno rifornendo le Scuole e noi li facciamo piangere”.

 

SONY DSC

SONY DSC

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest