Rione Alto: manda la compagna all’ospedale a schiaffi e pugni, arrestato 27enne

I maltrattamenti andavano avanti da 2 anni. Per la vittima prognosi di 25 giorni

Gli accertamenti hanno portato alla luce una storia di violenza, prevaricazione e maltrattamenti che andava avanti da circa 2 anni. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti d’urgenza in via Jannelli dove residenti avevano segnalato una violenta aggressione in famiglia.
Sul posto hanno tratto arrestato un 27enne già noto alle forze dell’ordine, bloccato subito dopo l’aggressione alla sua convivente 32enne.
I militari dell’arma hanno poi accertato che immediatamente prima del loro arrivo il 27enne aveva aggredito selvaggiamente la compagna con il manico di una scopa, ma l’oggetto contundente si era spezzato e allora era passato a schiaffi e pugni.
Inoltre, quando la 32enne aveva cercato di chiedere aiuto con il telefonino le aveva strappato di mano il cellulare scagliandolo sul pavimento. A terra, accanto al cellulare ormai inservibile, anche varie macchie di sangue che il violento aveva cercato malamente di cancellare.
La donna è stata affidata a cure mediche. I sanitari le hanno diagnosticato lesioni e contusioni su varie parti del corpo guaribili in 25 giorni.
Arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravi, il 27enne è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest