Rifugiati, Napoli entra nella Rete delle città solidali

Ne fanno parte anche Atene, Berlino e Amsterdam. L’intesa oggi tra il sindaco de Magistris e Il vicesindaco di Barcellona Jaume Asens

 

Partita da un accordo fra i sindaci di Barcellona Ada Colau e di Atene Georgios Kaminis, la Rete è stata lanciata dal sindaco di Atene nello scorso mese di ottobre nell’ambito del Forum degli affari sociali di Eurocities; ad oggi vi fanno parte, oltre ad Atene e Barcellona, anche Berlino e Amsterdam. Napoli entra nella Rete delle città solidali europee, un patto di cooperazione per migliorare la gestione dei rifugiati. Il vicesindaco di Barcellona Jaume Asens e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris hanno concordato questo pomeriggio a Palazzo San Giacomo l’entrata di Napoli nella rete. La Rete promuove lo scambio d’informazioni, il sostegno reciproco e il trasferimento dei rifugiati fra le città.

(Video Ufficio stampa Comune di Napoli)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest