Lunedì l’autopsia sui due cadaveri. Si allontana dalla regione il commerciante che ha sparato: “E’ sconvolto”

NAPOLI – Nei video si mostrano il dolore e la rabbia dei parenti. Uno di loro arriva perfino a dire: ”Siamo tanti fratelli, non si può mai sapere domani mattina cosa ci passa per la testa. Andiamo al suo paese e lo uccidiamo”, riferito al gioielliere che ha aperto il fuoco. A margine dell’inchiesta sulla duplice uccisione dei due rapinatori ad Ercolano mercoledì scorso, i carabinieri hanno acquisito i filmati trasmessi da fanpage.it e dal programma Virus su Rai due. La Procura di Napoli valuterà le interviste. Il commerciante di preziosi, indagato per eccesso colposo di difesa, nel corso dell’interrogatorio ha detto di aver sparato perché minacciato di morte dai malviventi. Il suo legale Maurizio Capozzo fa sapere che l’uomo si dichiara sconvolto e si è allontanato dalla regione, per sottrarsi al clamore mediatico della vicenda. Lunedì mattina il pm conferirà l’incarico ai consulenti medico-legali per l’autopsia sui due rapinatori.

(Foto fanpage,it)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest