Primarie, Sarracino pronto a sfidare Bassolino e Valente: nel Pd ancora lunghi coltelli

Il 27enne dirigente sarebbe appoggiato da Area Riformista. Nel partito napoletano resistenze alla discesa in campo della deputata gradita alla segreteria nazionale

NAPOLI – Il giovane dirigente Pd Marco Sarracino sarebbe pronto a sfidare Antonio Bassolino e Valeria Valente alle Primarie del Pd che si svolgeranno il prossimo sette marzo.

L’indiscrezione, lanciata dall’agenzia Omninapoli, trova conferma negli ambienti della direzione nazionale del Partito Democratico.

La candidatura del segretario uscente dei Giovani Democratici di Napoli, vicino a Pippo Civati fino alla sua uscita dal Pd per creare il nuovo soggetto Possibile, avrebbe il via libera di Area Riformista – guidata a Napoli dal consigliere regionale Gianluca Daniele – che si riunirà tra qualche ora alla presenza del leader nazionale Guglielmo Epifani.

Classe ’89, membro della Direzione Nazionale del Pd, Marco Sarracino potrebbe ipoteticamente ridimensionare la candidatura di Valente, che trova resistenze nel partito napoletano dopo l’imprimatur della segreteria nazionale. Sarebbe infatti lui il volto giovane e nuovo che tanti nel partito, e nell’elettorato del Pd, hanno a gran voce invocato in questi mesi. Con la carta Sarracino diverrebbe un rebus la candidatura di Umberto Ranieri, da mesi in rampa di lancio: l’ex sottosegretario pesca voti proprio tra i riformisti.

(Foto Marco Sarracino/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest