Piano di Sorrento, scoperti reperti antichi da milioni di euro: medico denunciato per ricettazione

La collezione da oltre 200 pezzi risale al periodo tra il VIII e il VI secolo a.c.: trafugata da una tomba del V secolo a.c., era in casa del professionista

Gli esperti hanno stimato il valore degli oggetti: sul mercato illegale dei collezionisti potevano arrivare a fruttare alcuni milioni di euro.
Una magnifica collezione di reperti archeologici risalenti al periodo tra il VIII e il VI secolo a.c. è stata rinvenuta e sequestrata dai Carabinieri di Piano di Sorrento. Era nella casa di un medico napoletano 62enne che è stato denunciato per impossessamento illecito dei beni culturali e per ricettazione degli stessi.
Nella casa del professionista l’incredibile rinvenimento: circa 200 reperti archeologici tenuti imballati in numerose scatole di cartone.
Aprendo gli involucri un salto nel passato: l’armatura di un guerriero ricco che gli esperti giudicano trafugata da una tomba del V secolo A.C., gioielli e ornamenti trafugate da tombe femminili del VI secolo A.C., porzioni di statue, anfore all’epoca usate per il trasporto di vino e olio, più di 100 vasetti di terracotta di varia foggia.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest