Panico ad Atripalda: maxi rissa in strada tra famiglie, 11 arresti

Fuggi fuggi tra i passanti. Nella zuffa coinvolte 15 persone. Sul posto trovati un cric e una chiave inglese sporchi di sangue. Il movente sarebbe un contrasto sorto per la vendita di un’auto

I numeri sono quelli di una maxi retata, lontani dalle cronache di questo angolo d’Irpinia. Ma è stato un pomeriggio di un giorno da cani ieri ad Atripalda.
Una maxi rissa ha visto coinvolte circa 15 persone, appartenenti a due gruppi familiari, che senza esclusione di colpi si sono affrontate in mezzo alla strada, scatenando il panico tra i residenti ed i passanti.  Uno spettacolo mai visto si è presentato ai carabinieri ed ai sanitari intervenuti a seguito delle tante telefonate.
Sul posto numerose gazzelle sia della stazione di Atripalda che di altri reparti della Compagnia di Avellino.
Alla comparsa delle forze dell’ordine alcuni dei partecipanti allo scontro si sono dati alla fuga ma sono stati bloccati. Sul luogo rinvenuti e sottoposti a sequestro dei cric ed una chiave esagonale di grosse dimensioni, generalmente utilizzata per lo smontaggio delle ruote di camion, su cui c’erano tracce di sangue.
Alcune delle persone fermate presentavano ferite per le quali è stato necessario accompagnarle presso il locale ospedale. Ed anche qui, incontratisi nuovamente, hanno tentato di riprendere a darsele di santa ragione: con non poca fatica i militari sono riusciti a tenerle separate.
Dalle prime indagini emerge che il movente della zuffa sarebbe il contrasto sulla compravendita di un’auto.
Il bilancio, ancora provvisorio, parla di 11 persone arrestate in flagranza per rissa aggravata, in attesa di presentarsi davanti al tribunale di Avellino dove oggi saranno giudicare con con il rito direttissimo. Hanno un’età compresa tra i 19 ed i 66 anni. Ma non è finita: sono in corso indagini per individuare altri partecipanti alla furibonda rissa.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest