Panico a Teverola, malato di gioco entra in due bar e spara contro video poker: arrestato

Il disoccupato era armato di pistola. Fuggito sulla sua auto, è stato bloccato dopo qualche chilometro

TEVEROLA – In mano una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, è entrato come una furia prima in un bar del corso principale, esplodendo diversi colpi, quindi è uscito e in auto si è diretto verso un altro locale poco distante, sparando altri colpi durante il tragitto, e nel bar ha ripetuto la stessa scena, sparando contro gli schermi. Panico a Teverola nel Casertano, dove C.P. un disoccupato di 40 anni, è stato arrestato dai carabinieri per la sparatoria scatenata stamattina contro alcuni video poker. Voleva sfogarsi contro quelle macchinette per cui, a suo dire, spende parte dei pochi soldi di cui dispone. Terrore tra le persone presenti, alcune sono fuggite in strada gridando. Il 40enne è fuggito sulla sua auto. Dopo qualche chilometro l’auto del 40enne è stato bloccato da una pattuglia della Compagnia di Marcianise. Nel corso della perquisizione personale e veicolare i carabinieri, oltre all’arma col colpo in canna ed il caricatore inserito con all’interno ancora 7 colpi, hanno trovato due coltelli e  25 cartucce del medesimo calibro 7.65, distribuite tra gli indumenti e l’abitacolo.

carabinieri_armi_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest