Napoli, presidenti municipalità: passa la linea di De Luca. Bocciato Ivo Poggiani

Sinistra Solidale accoglie in lista il maggior numero di “saltatori di quaglia”

La coalizione giallo-rosa che sostiene il candidato sindaco Gaetano Manfredi avrebbe raggiunto un accordo per la spartizione delle candidature alle presidenze delle dieci municipalità cittadine.

Stando ad alcune indiscrezioni il candidato alla Municipalità 1  Chiaia, Posillipo, San Ferdinando  spetterebbe alla lista degli azzurri ex fascisti; la 2 Avvocata, Montecalvario e la 3 Stella San Carlo ai grillini; la 4 San Lorenzo Vicaria ad un uomo delle corrente di Vincenzo De Luca; la 5 Arenella Vomero ai Verdi; la 6 Ponticelli, Barra, San Giovanni  alla Sinistra Solidale; la 7, Miano Secondigliano  al PD (corrente Fiola/Manfredi) o La Città; la 8, Piscinola Marianella al PD; la 9  Pianura Soccavo al PD( corrente Fiola/Manfredi); la 10 Bagnoli Fuorigrotta al PD.

Dunque, la lottizzazione delle candidature per la gestione dei parlamentini territoriali sarebbe stata fatta utilizzando il Manuale Cencelli, il sistema che usava la Democrazia Cristiana per la suddivisione delle poltrone in base alle appartenenze correntizie. Un metodo per garantire e mantenere gli equilibri politici e di potere.  

A quanto pare sarebbe passata la linea del governatore Vincenzo De Luca. Stop definitivo alla riconferma di Ivo Poggiani alla Municipalità San Carlo Arena, esponente “rivoluzionario” del centro sociale Insurgencia. Probabilmente Poggiani dovrebbe candidarsi per una poltrona in consiglio comunale con Sinistra Solidale.

La lista di Sergio D’Angelo, manager delle cooperative rosse, avrebbe accolto le candidature di un consistente numero di professionisti del salto della quaglia. Alcuni esempi? Mario Coppeto, Roberto Braibanti, Rosario Andreozzi e Marcello Cadavero che hanno cambiato almeno 4 casacche di partito negli ultimi quindici anni, sostenendo tre sindaci di diverso orientamento: Bassolino, Iervolino e De Magistris.

Campioni del trasformismo partenopeo e italico in continuità con altri “esperti di cambio di casacca” di livello nazionale, tutti di provenienza bertinottiana e vendoliana come Giuseppe De Cristoforo e Gennaro Migliore.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest