Napoli, Piazza Mercato: lavori senza fine e inettitudine del Comune

L’opera di riqualificazione rischia di trasformarsi in un “pozzo senza fondo”

Ancora fermi i lavori per la riqualificazione di Piazza Mercato finanziati dall’Unione Europea nell’ambito del “Grande Progetto Unesco”. Le foto si commentano da sole. I lavori, del valore di oltre 5 milioni di euro, iniziati il 7 dicembre 2017, dovevano durare 336 giorni.

Invece, le attività hanno subìto dei rallentamenti per il mancato coordinamento degli interventi sui sottoservizi e sul sistema fognario, il deterioramento dei materiali. “Puntualmente” è stata presentata una perizia di variante al progetto che legittimerà un aumento dei costi. Due milioni di euro circa sono stati stanziati dalla Città Metropolitana e sarebbe già disponibili. Altri venti fanno parte del fondo del Ministero dei Beni culturali. per ulteriori due milioni di euro. E non si escludono ulteriori perizie.  Dunque, le opere di piazza Mercato rischiano di trasformarsi in una sorta di pozzo senza fondo, un “pozzo di San Patrizio” dello spreco di denaro pubblico.

Un altro atto d’accusa contro l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luigi de Magistris. Ulteriore esempio di inettitudine politica. Inettitudine che sarebbe stata segnalata all’Unesco. L’organismo internazionale potrebbe inviare degli ispettori nei prossimi giorni per effettuare dei sopralluoghi. Non sono escluse penali da parte dell’Unione Europea.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest