Napoli, morto il 44enne che si era gettato sotto un treno

Stazione centrale: il macchinista ha raccontato di averlo visto gettarsi ma non ha fatto in tempo a frenare completamente il convoglio. All’uomo erano stati amputati un braccio e una gamba

Non ce l’ha fatta il 44enne originario di Torre del Greco che all’alba di oggi si è lanciato sotto un treno in partenza alla stazione centrale di Napoli. L’episodio è avvenuto intorno alle 5 di mattina, lungo il binario 8. Il macchinista ha raccontato di averlo visto gettarsi ma non ha fatto in tempo a frenare completamente il convoglio. L.F è stato ricoverato in ospedale con gravissime ferite e ha dovuto subire l’amputazione di un braccio e di una gamba. Dopo alcune ore è sopraggiunta la morte.
Secondo la Polfer l’uomo era fortemente depresso per una separazione coniugale in corso.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest