Napoli, Manfredi assume 12 staffisti all’ex Provincia: è la solita lottizzazione di poltrone

Assunti anche l’ex simpatizzante di destra, Stefano Albamonte e Lorenzo Crea figlio dell’ex senatrice Pagano

Il sindaco della Città Metropolitana(ex Provincia), Gaetano Manfredi ha deciso assumere 12 staffisti con contratto a tempo determinato. La selezione è avvenuta senza avviso o bando pubblico ma secondo la solita (e comoda) logica del sedicente rapporto fiduciario. Un sedicente rapporto fiduciario che viene puntualmente tirato in ballo tutte le volte che si legittimano lottizzazioni politiche e infornate di giovani rampolli legati a parlamentari o correnti politiche, “affidabili” personaggi che dovranno tutelare i soliti e immancabili interessi generali ovvero la difesa del sistema e del sottopotere politico – culturale. Parte integrante del pensiero unico. Caste che si riproducono.

Le funzioni, per esempio, sono foglie di fico. Con funzioni di supporto e assistenza al sindaco metropolitano nell’organizzazione dell’esercizio delle sue funzioni istituzionali”, sono stati prescelti Paolo de Stefano, Fabio Landolfo e Pietro Rinaldi.

Rinaldi, ex No Global, ex consigliere comunale dì demA (il movimento di Luigi de Magistris), ex capo di gabinetto di Città Metropolitana è un professionista dei salti della quaglia. Stando ai bene informati sarebbe stato sponsorizzato da Sergio D’Angelo, attuale consigliere comunale, manager delle Coop rosse.

Con un contratto part time al 70% si occuperà di dare “supporto al sindaco nell’attività di indirizzo e di controllo dell’attuazione del programma amministrativo” Marina Improta.

Piergiorgio De Gironimo ed Elio Tedone, con un part time al 50%, avranno, rispettivamente, “funzioni di supporto al sindaco per le attività di indirizzo e monitoraggio relative all’attuazione, per quanto di competenza dell’ente, dei programmi e delle attività del Pnrr e delle politiche di coesione, anche in raccordo con gli organi di indirizzo politico del comune capoluogo” il primo e “il compito di diretto supporto al sindaco in tutti i suoi impegni istituzionali interni ed esterni” il secondo.

Stefano Albamonte, ex finiano, ex renziano, negli ultimi tempi salito sul vascello del governatore Vincenzo De Luca è stato assunto con contratto full time avrà “compiti di diretto supporto al sindaco metropolitano in tutti i suoi impegni istituzionali interni ed esterni”.

Salvatore Barbato (full time), avrà “funzioni di supporto e assistenza al sindaco nella promozione e realizzazione di iniziative istituzionali previste nel programma di governo”.

Raffaella Chiantese e Milena Esposito si occuperanno (con un full time) “di diretto supporto al sindaco in tutti i suoi impegni istituzionali interni ed esterni, di cui coordineranno l’organizzazione”, di “assistenza nelle attività di rappresentanza”, di “supporto nella gestione della corrispondenza e dell’agenda del sindaco metropoltano” e di “supporto nell’organizzazione di eventi e manifestazioni istituzionali”.

Part time al 70%, invece sarà impegnata Stefania Balzano “per supportare il sindaco nell’attività di indirizzo e controllo dell’attuazione del programma amministrativo”.

Il giovane rampante Lorenzo Crea, figlio dell’ex senatrice ed europarlamentare del Pd, Graziella Pagano (attualmente renziana) svolgerà funzioni di supporto al sindaco nell’esercizio delle sue funzioni isituzionali”.

 Sulla lottizzazione delle poltrone di staffista all’ex Provincia, è intervenuto Fulvio Martusciello coordinatore regionale vicario di Forza Italia. “Il rettore Manfredi, oggi presidente della Città  Metropolitana, smentisce se stesso e la sua storia scegliendo come suoi collaboratori una serie di non laureati, diplomati a fatica, con il minimo dei voti. Contratti spezzettati, così che il figlio di una ex parlamentare sempre pronta a fare la moralista, prende un contratto al 30 per cento – sottolinea Martusciello – Il 30 per cento quanto è una gamba e un braccio? Questa è la classe dirigente che ha in mente Manfredi? – conclude Martusciello – Una vergognosa divisione, senza alcun criterio logico e meritocratico”

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest