Napoli, ex staffisti di de Magistris “folgorati” da Manfredi e De Luca

Dovrebbero continuare a ricoprire o ritornare a svolgere il ruolo di portaborse un primo gruppetto di ex arancioni. Personaggi, artisti del salto della quaglia in cerca di un posto al sole

Il salto della quaglia è ormai diventata un’arte di cui non solo i politici sono maestri. Anche i portaborse, i gerarchetti di apparato non sono da meno. A Napoli, per esempio, nelle ultime ore un nutrito gruppo di “staffisti arancioni” collocati in diverse segreterie assessoriali dall’ex sindaco Luigi de Magistris pur di non lasciare la poltrona sono stati folgorati sulla Via di Damasco e diventati improvvisamente deluchiani e sostenitori del neo sindaco Gaetano Manfredi.

Qualcuno si è ricordato e vantato di vecchie amicizie liceali con assessori ed esponenti istituzionali dell’attuale maggioranza. A quanto pare, la pratica del trasformismo sta puntualmente pagando.

Stando ad alcune indiscrezioni trapelate da Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, dovrebbero continuare a ricoprire o ritornare a svolgere il ruolo di staffista in alcuni assessorati, un primo gruppetto di ex arancioni demagistriani, in primis Martina Caldo, Felice Balsamo, Dolores Anselmi, Giuseppe Sbrescia, Mario Battistelli.

Personaggi in cerca di un posto al sole. Nei prossimi giorni sono previsti altri salti di quaglia e la conferma di altre poltrone di portaborse. E’ sempre attiva la sagra dell’opportunismo, del tengo famiglia, dei voltagabbana.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest