Ischia, fitti delle case alle stelle per gli sfollati. Interviene il Vescovo

Proprietari di casa senza scrupoli stanno speculando  sulla pelle dei cittadini di Lacco Ameno e Casamicciola sfollati per colpa del terremoto. Proprietari che presentano  richieste assurde, arrivando a triplicare i prezzi o a addirittura pretendere di firmare il contratto direttamente con il Comune. Una vergogna. Sulla vicenda è intervenuto il vescovo di Ischia, Mons. Pietro Lagnese.

“Rivolgo un appello a tutti coloro che, ischitani e non, sono proprietari di una casa sull’Isola di Ischia: se avete la possibilità, datela in fitto senza però speculare sul canone di locazione – sottolinea Lagnese – Mi è giunta notizia che alcuni hanno esposto sulle loro abitazioni il cartello ‘non si fitta a residenti’; se ciò dovesse corrispondere al vero, di certo non farebbe onore al popolo ischitano e al nostro essere cristiani. Potremmo essere noi queste persone che si trovano nella posizione di aver perso la casa – conclude – il vescovo – Invito a essere generosi e a esprimere in questa occasione,in maniera concreta, la solidarietà verso chi ha perso la propria casa e i tanti ricordi di una vita e che ora si trova senza un tetto sotto cui abitare”.

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest