Ctp: automezzi fermi, stipendi in ritardo

La nota del coordinamento Usb Lavoro privato

NAPOLI – Non sono bastati i 2,5 milioni di anticipazione erogati alla CTP da Città Metropolitana a settembre quale acconto sulla ricapitalizzazione ed i 4,5 milioni erogati nuovamente pochi giorni fa sempre con la stessa causale, per scongiurare quello che si è verificato a danno dei lavoratori ed utenti in questi giorni. I lavoratori hanno ricevuto un laconico comunicato di rinvio del pagamento degli stipendi al 2 dicembre, gli utenti invece neanche il comunicato: i mezzi CTP in servizio sono quasi scomparsi dalle fermate delle proprie linee di servizio senza dare cenno di nulla. “In realtà i veicoli – afferma una nota dell’Usb – si sono rapidamente e quasi del tutto fermati per assenza di manutenzione da parte delle ditte che la effettuano in appalto e che vantano crediti da lungo tempo e per cifre consistenti. Vedersi passare davanti i milioni di euro erogati alla CTP e non essere considerati tra le priorità deve aver fatto arrabbiare parecchio fornitori e lavoratori, cosicchè ormai da Arzano sono uscite 15 autobus sui circa 100 normalmente previsti e sensibili diminuzioni si sono avute anche nei depositi di Pozzuoli e Teverola . L’amministratore unico dottor Ratto  – prosegue il sindacato – ha utilizzato i fondi erogati certamente in modo legittimo, ma evidentemente poco accorto almeno non tanto per dover garantire il servizio ai cittadini e le paghe ai propri dipendenti al 27 del mese. Forse pensava di essere liberato dalle incombenze della sua carica un po’ prima che la patata bollente di questo blocco per carenza di fondi e di pagamenti manifestasse i suoi effetti. Ma lo slittamento di qualche settimana delle nuove nomine voluto da Città Metropolitana ha fatto ricadere sulle sue spalle gli effetti da lui stesso determinati attraverso le decisioni di spesa degli ultimi tempi. Uno sgambetto – conclude l’Usb –  forse anche a chi doveva arrivare ed un tentativo di proteggere le proprie responsabilità penali in termini di obblighi di legge verso l’erario possono essere interpretazioni verosimili del comportamento dell’uscente AU. Se non è questo è incompetenza gestionale e basta”.

 

Giuseppe Ferruzzi

Coordinamento Usb Lavoro privato 

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest