Coronavirus, business ambulanze: 700 euro per  trasporto paziente in ospedale

Un vergognoso giro d’affari sulla pelle dei malati

L’associazione per la tutela dei consumatori, Codacons presenterà oggi un esposto alla Procura della Repubblica per aprire una indagine sul business delle ambulanze private a Napoli e nelle altre città della Campania, con richieste fino a 700 euro per trasportare malati in ospedale. Sotto la lente dei magistrati partenopei potrebbero finire le code di ambulanze davanti ai pronto soccorso. Solo all’ospedale Cotugno, arrivano ogni giorno 120-130 pazienti, a bordo di ambulanze private. Ambulanze che trasportano persone che potrebbero essere curate a domicilio dal medico di base o dalle strutture di medicina territoriale.  Un vergognoso business sulla pelle delle persone. “Chiediamo alla Procura di indagare  stroncando le ignobili speculazioni messe in atto a danno dei cittadini e incriminando chi sfrutta l’emergenza Covid per arricchirsi, requisendo i mezzi privati che svolgono tali funzioni” – sottolinea l’associazione Codacons in una nota. Andrebbe eliminato rapidamente il business delle ambulanze private fuori convenzione e la scarsa trasparenza delle tante cosiddette associazioni “volontarie”  e “cooperative”, entrate senza criteri nel servizio pubblico di emergenza. I compari di merenda delle associazioni e coop private sono presenti all’interno degli ospedali. Compari di merenda per la gestione del   giro d’affari milionario.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest