Comune Napoli: soldi, cornetti al bar e molestia per pratiche a immigrati, sospesi 2 impiegati

L’indagine negli uffici della I Municipalità: le accuse, a vario titolo, di concussione, violenza sessuale, tentata truffa aggravata e induzione indebita a dare o promettere utilità

Secondo i carabinieri, coordinati dalla procura di Napoli, tra giugno e agosto dell’anno scorso avrebbero costretto o indotto cittadini extracomunitari a offrire consumazioni al bar o a pagare somme di denaro di varia entità per il rilascio – dovuto – di documenti nonché raggirato uno straniero rappresentandogli la necessità di corrispondere del denaro per l’acquisto di marche da bollo. Così oggi i militari del Nucleo Investigativo di Napoli hanno dato esecuzione alla sospensione dall’esercizio di un Pubblico Ufficio o Servizio, emessa dal Gip del tribunale partenopeo, di Napoli a carico di 2 impiegati del Comune di Napoli, che lavoravano presso l’ufficio servizi demografici della I municipalità. Sono accusati, a vario titolo, di concussione, violenza sessuale, tentata truffa aggravata e induzione indebita a dare o promettere utilità.
In uno dei casi, uno degli indagati avrebbe costretto una donna a subire abbracci e un bacio, nonostante il rifiuto e i tentativi di respingere la molestia.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest