Città metropolitana, salta seduta. De Magistris: “Senso di responsabilità o scuole e strade senza fondi”

Manca il numero legale, il consiglio non ratifica la delibera da 16 milioni. Il sindaco: “Abbiamo riconvocato il Consiglio per il 30 dicembre, per scongiurare che possano andare persi fondi per scuole e strade”

La cifra complessiva delle delibere adottate dal Sindaco in via d’urgenza che l’Assemblea di Santa Maria la Nova è chiamata a ratificare entro la fine dell’anno ammonta a circa 16 milioni di euro. Al Consiglio Metropolitano salta la seduta per mancanza di numero legale, e il sindaco de Magistris rivolge un appello “a tutte le forze politiche affinchè prevalga il senso di responsabilità”. In ballo ci sono i fondi, tra le altre cose, per il completamento dei lavori di sistemazione e riqualificazione ambientale sulla S.P. Ciraccio a Procida per la somma, la realizzazione di un impianto di illuminazione pubblica sulla S.P. Sant’Agnello-Colli di Fontanelle, lavori per l’apertura della rampa di svincolo della Circumvallazione Esterna di Napoli con l’Asse Perimetrale di Melito, la variazione di bilancio 2016 dell’Ar.me.na Sviluppo spa, uno stanziamento di 1.6 milioni destinato alla Fondazione Teatro di San Carlo di Napoli, finalizzato ad assicurare l’apporto finanziario al fondo di gestione.

“Sono sicuro che la sensibilità amministrativa e istituzionale delle forze politiche presenti in Consiglio – dice il sindaco – ma soprattutto gli interessi dei nostri concittadini della Città Metropolitana prevarranno affinchè si possa scongiurare la perdita di fondi per scuole e strade dei Comuni della Città Metropolitana di Napoli”.

 

“La Legge Delrio nelle Città Metropolitane – afferma de Magistris – non crea maggioranza ed opposizione, ciascun Consigliere viene qui con le proprie idee politiche ma soprattutto col suo ruolo istituzionale affinché gli obiettivi strategici della Città Metropolitana possano essere perseguiti. Sono sicuro che la sensibilità amministrativa e istituzionale delle forze politiche presenti in Consiglio ma soprattutto gli interessi dei nostri concittadini della Città Metropolitana alla fine prevarranno. Ed è per questo che abbiamo riconvocato il Consiglio per il 30 dicembre, per scongiurare che possano andare persi fondi per scuole e strade dei Comuni della Città Metropolitana, che tra l’altro hanno amministrazioni con colori politici differenti tra sé e dal Sindaco della Città metropolitana”.

“Altra cosa è la dialettica politica – continua il sindaco – che in Consiglio Metropolitano deve necessariamente fare un passo indietro perché, per come è conformata la legge Delrio, ribadisco, non potrà mai esserci nella nostra Città Metropolitana una maggioranza ed una opposizione come nei Consigli comunali”.

“Per questo – conclude de Magistris – rivolgo un appello a tutte le forze politiche, al Pd, a Forza Italia, al Movimento 5 Stelle, oggi non presenti in aula, ad offrire un contributo sui fatti concreti, sulle azioni, sulle opere, conservando ovviamente ciascuno il diritto di critica sul piano politico e strategico su ogni scelta che si va a compiere, per non compromettere gli interessi delle collettività. Io sono convinto, tuttavia, che anche allo scadere dell’esercizio finanziario, possa esserci il contributo fattivo di tutti i Consiglieri affinchè venga scongiurata la perdita di questi fondi, altrimenti non ci saranno vincitori nè vinti ma a perdere saranno i cittadini. Se il 30 si riuscirà ad approvare queste delibere, a vincere saranno i cittadini della Città Metropolitana”.

 

Sul fronte dell’edilizia scolastica, altre deliberazioni riguardano i lavori di riqualificazione dell’edificio di Via Fontana a Napoli – sede succursale dell’I.M. “Mazzini”, di ampliamento dell’I.S. “Pacioli” di Sant’Anastasia e di adeguamento dell’I.S.I.S. “Torrente” di Casoria, più complessivi 769.110 euro per il finanziamento dei lavori di manutenzione straordinaria di vari istituti della Città Metropolitana di Napoli.

Un’altra variazione riguarda lo stanziamento di circa un milione e 800mila a favore del Comune di Tufino, un’altra 550mila euro per l’adeguamento tecnologico dell’infrastruttura informatica della Città Metropolitana, un’altra ancora il finanziamento dell’incentivo al personale coinvolto negli interventi di edilizia scolastica per gli Istituti Superiori “Silvestri” e “Nitti” di Portici per 15mila euro.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest