Operazione dei carabinieri tra Recale e comuni limitrofi

SANTA MARIA CAPUA VETERE – I carabinieri di Santa Maria Capua Vetere hanno arrestato 11 persone in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di S.M.C. Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Le ipotesi di reato contestate riguardano la detenzione e la messa in vendita di sostanze stupefacenti. L’indagine, condotta dai carabinieri della Stazione di Macerata Campania, si è protratta dal marzo 2013 al febbraio 2014, e ha consentito la ricostruzione della filiera dei protagonisti di alcune “piazze di spaccio” a Recale e nei comuni limitrofi.

La gravita dei fatti-reato contestati, fondante l’adozione delle misure restrittive della libertà personale, è stata ritenuta anche in base alla circostanza che l’attività di offerta dello stupefacente avveniva nelle adiacenze di scuole medie inferiori, dove alcuni minorenni hanno acquistato la medesima sostanza. Lo sviluppo dell’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e condotta mediante intercettazioni telefoniche, video-riprese, pedinamenti e riscontri di polizia giudiziaria, ha consentito di accertare il canale di approvvigionamento dello stupefacente, acquistato a Secondigliano, trasportato da corrieri, per poi essere messo in vendita nel territorio casertano.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest