Si tratta di tre imprenditori, sono accusati di dichiarazione fraudolenta mediante artifici

CASERTA – Tre imprenditori sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza di Caserta per una presunta frode al Fisco di circa 7 milioni di euro, realizzata negli ultimi cinque anni attraverso il noleggio di auto di lusso immatricolate all’estero.  Le indagini hanno permesso di individuare, nel solo territorio casertano, oltre 250 auto con targa estera, principalmente di lusso, i cui utilizzatori, non risultandone formalmente proprietari, hanno nascosto al fisco la loro reale «capacità contributiva» e saranno oggetto di approfondimento sotto il punto di vista fiscale. I tre imprenditori sono stati denunciati per «dichiarazione fraudolenta mediante artifici» e per «occultamento e distruzione di documenti contabili» in quanto, attraverso la società italiana, gestivano i rapporti con gli Stati esteri a tassazione privilegiata omettendo di dichiarare quanto dovuto all’Erario. Sono tuttora in corso attività per l’individuazione degli ulteriori responsabili e delle società utilizzate, nazionali ed estere, coinvolte nell’ingente frode fiscale.  Secondo la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, gli imprenditori avrebbero costituito società all’estero tramite prestanome, in particolare in Polonia e Repubblica Ceca, cui sarebbero state intestate le auto.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest