Caos provincia di Caserta, studenti protestano sotto la prefettura

Manifestazione per il diritto allo studio degli allievi del Buonarroti e del Mattei, uno chiuso e l’altro a rischio stop per problemi di staticità e impossibilità dell’ente a far fronte alla manutenzione per i problemi economici dovuti alla situazione delle province “scampate” alla riforma costituzionale ma marginalizzate

La situazione dei due istituti professionali è legata ai gravi problemi finanziari della Provincia, cui per legge compete la manutenzione. Studenti e professori degli istituti superiori di Caserta “Michelangelo Buonarroti” ed “Enrico Mattei” hanno manifestato questa mattina con un presidio all’esterno della Prefettura per rivendicare il diritto allo studio. Il Buonarroti, con 700 studenti, è stato chiuso qualche giorno fa dai carabinieri su ordine della magistratura per problemi di staticità dei pilastri di sostegno dell’ edificio; il Mattei invece, oltre 800 alunni, potrebbe chiudere domani su ordine del presidente della Provincia Silvio Lavornia sempre per problemi di staticità della struttura.  L’Ente da settimane non ha più soldi in cassa per far fronte alle proprie funzioni, come molte delle province “scampate” alla riforma costituzionale bocciata il 4 dicembre ma marginalizzate da anni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest