Campania: grazie alla sentenza Tar oggi in classe gli alunni delle medie

Negativi 224 tamponi alla scuola Minniti di Fuorigrotta

Oggi sono tornati in classe gli alunni delle scuole medie campane dopo una lunga didattica a distanza iniziata dallo scorso mese di marzo. Il rientro in classe è stato possibile grazie ad una sentenza del Tar, il Tribunale amministrativo regionale che ha accolto il ricorso presentato da un comitato di lotta dei genitori. In queste settimane è stata notata l’assenza di iniziative adeguate da parte dei sindacati, nella stragrande maggioranza vicini alle posizioni assunte dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca. Alcune organizzazioni sindacali indipendenti hanno recitato, come da copione, il ruolo di mera testimonianza organizzando qualche sit-in. Le azioni concrete sono state promosse dai comitati di lotta indipendenti dei genitori e degli insegnanti.

Intenso in questi giorni il lavoro delle scuole che hanno dovuto incastrare gli orari di ingresso e di uscita per evitare che gli studenti si ammassino tutti contemporaneamente davanti ai cancelli e lungo i corridoi degli istituti. La scuola Fiorelli, nel quartiere Chiaia, ha operato in questa direzione, differenziando gli orari: sia nelle sede centrale che presso le succursali, le classi, raggruppate per sezioni, entrano a distanza di cinque minuti l’una dall’altra e lo stesso principio è stato adottato per l’uscita. Il primo gruppo entra alle ore 8.30 per uscire alle 12.30. Quattro ore di lezione di 60 minuti ciascuna. Agli ingressi, due in centrale e due in succursale, prima di entrare viene effettuato il controllo della temperatura. Inoltre nella sede centrale, le classi numerose sono sdoppiate in due aule diverse così¬ da garantire il necessario distanziamento. Ogni giorno la scuola fornisce mascherine chirurgiche ma è consentito agli alunni di indossare la propria mascherina Ffp2 se nuova, mentre è vietato l’utilizzo di mascherine di stoffa. Ogni alunno deve portare nello zaino fazzoletti disinfettanti, gel igienizzante, la propria merenda e una borraccia per l’acqua con etichetta su cui deve essere indicato il proprio nome. Qualora si rilevino casi di positività,  tutta la classe sarà  messa in quarantena così come previsto dal protocollo sulla sicurezza siglato a livello nazionale con il ministero dell’istruzione.

Focolaio a scuola: negativi 224 tamponi alla scuola Minniti di Fuorigrotta

Sono risultati negativi tutti i 224 tamponi eseguiti oggi su studenti, docenti e personale Ata nel plesso  via Zanfagna dell’Istituto comprensivo statale “91° Minniti” di Napoli. Lo screening è stato svolto a seguito del focolaio emerso in una classe delle elementari, nella quale sono risultati positivi 18 studenti e 4 docenti. I genitori chiedono, però, iniziative adeguate da parte delle istituzioni: Doppi turni, sanificazione e pulizia costante, prevenzione e controlli sanitari ogni 15 giorni.

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest