Campania, consiglio approva legge di Stabilità: pensioni stralciate, spunta aumento ai manager della sanità

L’articolo 4 modifica la legge sul contenimento della spesa pubblica. Con questa mossa si abroga la riduzione del 20% delle indennità per gli incarichi apicali all’interno delle Asl

Il consiglio regionale approva la legge di Stabilità 2017, con trenta Sì e sedici No, dopo una maratona di 10 ore segnata dalla bagarre in aula. Come preannunciato da De Luca, viene stralciato l’articolo 5 che disciplinava il trattamento previdenziale di consiglieri e assessori, al centro di uno scontro aperto dal M5S, che denunciava il ritorno dei vitalizi. La norma è rispedita in commissione, dove rimarrà a decantare. Ma il duello si riaccende sull’articolo che aumenta le indennità per i direttori generali, amministrativi e sanitari di Asl e aziende ospedaliere. L’articolo 4 modifica la legge sul contenimento della spesa pubblica. Con questa mossa si abroga la riduzione del 20% delle indennità per gli incarichi apicali all’interno delle Asl. Per la minoranza, un regalo ai mandarini della sanità, negli incarichi dove la giunta spadroneggia. “L’aumento dell’indennità – dice il consigliere pentastellato Viglione – è celata nell’articolo 4 ‘modifiche normative per la riduzione di spesa comparto’ che al comma 4 sopprime la riduzione del 20 % degli stipendi dei vertici di Asl e aziende sanitarie  per un costo totale all’anno aggiuntivo che la Regione Campania dovrà sborsare pari a circa 1 milione e 250 mila euro”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest