Sale da gioco, respinto ricorso sugli orari contro il Comune di Napoli

La sentenza conferma la validità del regolamento comunale che prevede, allo scopo di limitare il rischio di ludopatia, l’apertura delle sale unicamente dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23

La quinta Sezione del Consiglio di Stato in sede giurisdizionale ha bocciato un ricorso contro il Comune di Napoli riguardante gli orari di apertura delle sale da gioco del capoluogo campano. Come riferisce Il Velino, la sentenza conferma la validità del regolamento comunale di Napoli che prevede, allo scopo di limitare il rischio di ludopatia, l’apertura delle sale unicamente dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. “Considerato che, nel bilanciamento fra i diversi interessi pubblici e privati che  – si legge nel provvedimento – nel caso in esame vengono in rilievo – alcuni dei quali impingenti la sfera dei diritti inviolabili quale quello alla salute – la Sezione ritiene preferibile l’opzione che consenta di pervenire alla decisione di merito in primo grado re adhuc integra, vale a dire senza che vengano ulteriormente modificati, allo stato, gli orari fissati dal Comune di Napoli”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest