Campania, accordo  Pd M5s per le poltrone: Oliviero presidente del consiglio regionale, Ciarambino vice

Scelte politiche che hanno suscitato malumore nella base pentastellata

Mentre le piazze della Campania sono piene di lavoratori, artigiani, studenti, disoccupati, precari, cassintegrati, commercianti che protestano contro le ordinanze autoritarie del governatore Vincenzo De Luca e del governo nazionale che in nome dello stato di emergenza hanno imposto il cosiddetto “coprifuoco”, la chiusura di attività produttiva con effetti devastanti sul piano sociale ed occupazionale, oggi si riunirà il consiglio regionale per legittimare l’accordo spartizione delle poltrone tra il partito democratico e il movimento 5 stelle. Il casertano Gennaro Oliviero (Pd) sarà rieletto presidente dell’assemblea regionale. La pentastellata Valeria Ciarambino, riferimento del ministro degli esteri Luigi Di Maio, assumerà l’incarico di vice.  La Ciarambino nelle ultime settimane ha assunto una linea morbida nei confronti del governatore, avallando sostanzialmentetutti i provvedimenti. Prevista l’assegnazione di altre poltrone di prestigio: 2 questori, 2 segretari, 8 presidenze di commissioni consiliari. Probabilmente sarà utilizzato il solito Manuale Cencelli, il metodo utilizzato dalla Democrazia per garantire una collocazione alle varie componenti politiche per garantire gli equilibri e soprattutto il consociativismo

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest