Camorra, sciolto il consiglio comunale di Sant’Antimo

La decisione del consiglio dei ministri: commissariamento per 18 mesi

Camorra, sciolto il consiglio comunale di Sant’Antimo. Il consiglio dei ministri, su proposta del titolare del Viminale, Luciana Lamorgese, ha deliberato lo scioglimento per 18 mesi “a seguito di accertati condizionamenti – spiega la nota di Palazzo Chigi – da parte delle locali organizzazioni criminali, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”. Stabilito il contestuale affidamento dell’amministrazione dell’ente a una commissione di gestione straordinaria. L’anno scorso, il consiglio comunale di Sant’Antimo era stato già sciolto, stavolta per le dimissioni di 13 consiglieri. Contro il provvedimento, l’ex sindaco Aurelio Russo (Pd), aveva presentato ricorso al Tar Campania. reclamo, tuttavia, respinto dai giudici.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest