Caivano, i carabinieri in municipio per i canoni non riscossi al Parco Verde

L’amministrazione comunale convocata dalla Corte dei Conti, danno erariale da 1 milione di euro

Danno erariale al comune di Caivano pari a oltre un milione di euro per la mancata riscossione delle quote di locazione e indennità di occupazione dei 750 immobili del Parco Verde, nel periodo compreso tra il 2004 e il 2008. Per questo i carabinieri della tenenza del Comune a nord di Napoli, su disposizione della Procura regionale della Corte dei Conti della Sezione Giurisdizionale per la Campania, hanno notificato una serie di inviti a dedurre, predisposti affinchè sia accertato il danno alle finanze del comune per la “mala gestio” del complesso di edilizia residenziale pubblica. Diverse informative trasmesse dai militari “hanno documentato gravi negligenze degli uffici e dell’amministrazione comunale di Caivano nella riscossione dei canoni”. “Malgrado le analitiche linee guida imposte dalla normativa, l’amministrazione – si legge nella nota dei militari – non ha svolto un’adeguata azione di controllo e gestionale volta alla risoluzione delle annose problematiche: del fenomeno incrementale delle occupazioni abusive; dell’istruzione e definizione delle istanze di regolarizzazione formulate dagli occupanti – eccezion fatta per il solo ed unico caso relativo alla singolare posizione di un occupante, definito “con estrema perizia e sollecitudine”della riscossione dei succitati canoni di locazione, delle indennità occupazionali e delle azioni legali volte al recupero delle morosità“.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest