Benevento, appalti mense scuole e Asl: sequestro da 1,5 mln. Il procuratore: “Nel cibo grassi di scarto”

Il capo della procura Conzo: “Rimasugli vari per la confezione di pasti liquidi a malati che si alimentavano con il sondino”

Nel corso delle indagini è emerso che la società coinvolta utilizzava ”anche grassi di scarto e rimasugli vari per la confezione di pasti liquidi a malati che si alimentavano con il sondino”, afferma il procuratore capo Giovanni Conzo. Il tutto ”nella totale noncuranza – aggiunge il magistrati – che i destinatari del servizio reso fossero scolari in tenera età, anziani e malati psichiatrici e quindi categorie di soggetti deboli, non in grado di far valere le proprie ragioni e i propri diritti”. A Benevento sequestro beni a carico di una impresa per un milione e mezzo di euro, nell’operazione della guardia di Finanza sull’appalto del servizio di mensa per gli istituti scolastici nel capoluogo sannita e di alcune strutture facenti capo all’Asl.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest