Alunni disabili, il governo sblocca 75 milioni di euro

Pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il decreto di riparto del contributo  per le regioni e gli enti territoriali che esercitano le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 gennaio il decreto di riparto del contributo di 75 milioni di euro per l’anno 2018 a favore delle regioni a statuto ordinario e degli enti territoriali che esercitano le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali.

L’intesa sul riparto risale allo scorso Agosto, ma solo il 21 dicembre il decreto è stato approvato dal Consiglio dei Ministri. Intesa e decreto introducono una nuova ripartizione delle risorse basata per l’80% sul numero di alunni con disabilità presenti nelle scuole secondarie di II grado e per il 20% sulla spesa media storica (2012-2014). Nella tabella in GU le cifre provincia per provincia. A Roma ci sono 872mila euro in meno, Napoli ne guadagna 400mila. Lodi avrà 427mila euro più dell’anno scorso, Milano ne perde 347mila e Brescia 379mila. Perugia ne avrà 193mila in più, Reggio Emilia 250mila euro in più. Nel complesso, a livello regionale, Campania, Emilia Romagna, Puglia e Toscana vedono aumentare significativamente le risorse disponibili: +879mila euro in Toscana, +861mila euro in Emilia Romagna, +357mila euro in Campania, +309mila in Puglia. La Lombardia invece perde nel complesso 1.159mila euro, il Lazio sta a -869mila, il Piemonte a -426mila euro.

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest