La scoperta ieri sera. All’interno della vettura trovata una bombola a gas

AFRAGOLA – La scoperta ieri sera, verso le 21.30, da parte della Polizia. Un cadavere carbonizzato è stato trovato all’interno di un’auto completamente distrutta dalle fiamme nel parcheggio dell’Ipercoop di Afragola. All’interno dell’auto, una Polo Volkswagen, è stata trovata anche una bombola di gas da campeggio. La vittima è Antonio Luciano, 30enne residente a Napoli in zona Capodichino, sposato e padre di una figlia di pochi mesi che doveva essere battezzata il prossimo 20 settembre.

 

 

LE INDAGINI – In queste ore tra gli investigatori del commissariato di Afragola prende quota la pista del suicidio. Luciano lavorava nel settore della manutenzione delle piscine, alle dipendenze di una ditta che quest’anno lo aveva licenziato due volte e poi riassunto. Secondo le testimonianze raccolte, negli ultimi tempi appariva stressato e preoccupato. Ieri il giovane ha concluso il lavoro a metà pomeriggio e doveva recarsi a casa del padre per restituirgli un fornello a gas da campeggio. Invece si è fermato, a bordo della sua auto, in un punto isolato del parcheggio del centro commerciale. Alle 21.30 circa un giovane di passaggio ha sentito un boato. Voltandosi, ha visto la vettura avvolta dalle fiamme, con un uomo che all’interno urlava e si dimenava. Inutili i soccorsi chiamati dal passante. Luciano era seduto al posto di guida e il sedile era reclinato all’indietro, elemento che induce a pensare ad una volontà di togliersi la vita.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest