Trieste, Partito democratico: “Liberare Piazza Unità dai manifestanti No Green Pass”

E’ caccia all’untore. Altra benzina sul fuoco

Il partito democratico chiede al sindaco di Trieste di liberare piazza Unità dai manifestanti No Green Pass con le buone o le cattive. La richieste piddina potrebbe alimentare ulteriore tensione nelle prossime ore, divisioni, contrapposizioni. Una sorta di caccia all’untore. Benzina sul fuoco.

Il sindaco Dipiazza esca dal riserbo e si decida a chiedere che piazza Unità  sia liberata da un’occupazione illegale che è anche un un atto di prepotenza contro la città   e la maggioranza dei triestini, espropriati della piazza più bella e prestigiosa” – ha chiesto in una nota la segretaria provinciale del Pd di Trieste, rieletta in Consiglio comunale, Laura Famulari, rivolgendosi al riconfermato sindaco Roberto Dipiazza, che proprio dalla sera della sua vittoria elettorale vede dal Municipio occupata piazza Unità .

I gruppi eterogenei che si sono accampati in piazza hanno fatto valere la forza del numero e la visibilità  mediatica, hanno inscenato una rivolta contro le leggi dello Stato“, continua Famulari. E aggiunge: “Il prolungarsi di questa situazione sta anche mettendo a rischio la salute dei triestini, contribuendo con assembramenti non protetti a portarci al primo posto in Italia per contagi. Dunque Dipiazza eserciti la persuasione, viste le asserite buone relazioni con Puzzer, e se non serve- conclude la dem– prenda tutti i provvedimenti formali praticabili in caso di occupazione di suolo pubblico e di manifestazioni non autorizzate che si tengono sotto il suo ufficio”

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest