Piacenza, ricatto sociale: azienda assume 100 persone ma solo con il Green Pass

Si tratta del magazzino Portage del Gruppo Lhs, alla periferia della città, dove si movimentano merci del marchio Guess.

Aumentano le discriminazioni, le vessazioni nei confronti dei lavoratori che non sono in possesso del lasciapassare. Uno strumento classista che in nome del profitto e non della salute pubblica ricatta i lavoratori e lede il diritto al lavoro.

Un’azienda piacentina della logistica ha deciso incrementare l’organico di 100 dipendenti ma con la “prerogativa all’assunzione il possesso di Green pass da vaccino”. Si tratta del magazzino Portage del Gruppo Lhs, alla periferia della città, dove si movimentano merci del marchio Guess.


    Con l’avvicinarsi del Black Friday agli inizi di novembre e prevedibili picchi di vendita (che lo scorso anno segnarono un record mondiale proprio in questo magazzino) l’azienda ha annunciato cento nuove assunzioni con contratto a tempo determinato ma con la condizione determinante del possesso del green pass.

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest