Tragedia del Pollino, 10 morti: 3 sono napoletani

Il bilancio definitivo del disastro nella gola del Raganello, in Calabria, dove un’onda di piena ha travolto due diversi gruppi di escursionisti. Tra le vittime i coniugi Antonio Santopaolo e Carmen Tammaro di Qualiano e Immacolata Marrazzo di Torre del Greco

Tragedia nella gola del Raganello, in Calabria, dove ieri un’onda di piena ha travolto due diversi gruppi di escursionisti e causa 10 vittime. Sono 3 i campani deceduti nel parco del Pollino. Antonio Santopaolo e Carmen Tammaro di Qualiano (secondo e terza nella foto); Immacolata Marrazzo di Torre del Greco. Ricoverato in ospedale, ma non in pericolo di vita, Giovanni Sarnataro, marito di Immacolata Marrazzo. La donna, 40 anni, avvocato come il marito, era madre di due bambini di 12 e 10 anni. I Sarnataro erano amici dei Santopaolo, coi quali erano in vacanza in zona da qualche giorno. Antonio Santopaolo (44 anni) era un dipendente della catena di negozi Decathlon. La moglie Carmen Tammaro (41 anni) Lei, era docente della scuola Marconi, plesso Dragonetto, istituto tecnico superiore di Qualiano. La coppia lascia due bambine, scampate al dramma e soccorse. Cordoglio è stato espresso dai sindaci dei due comuni. Raffaele de Leonardis (Qualiano), ha annunciato che, al ritorno delle salme dopo gli esami autoptici, verrà indetto un giorno di lutto cittadino. Giovanni Palomba (Torre del Greco) ha scritto su Facebook: “La tragedia del Pollino è diventata la tragedia di Torre del Greco: siamo addolorati, siamo ancora lacerati dal dolore per le vittime di Genova. Ci siamo già in contatto con la famiglia Sarnataro-Marrazzo, cui ci stringiamo: siamo a loro disposizione per conforto, aiuto materiale e umano». Intanto, sono state ritrovate vive le tre persone ufficialmente disperse: si tratta di tre ragazzi pugliesi, di 21, 22 e 23 anni. Erano accampati in località Valle d’Impisa, a monte della zona del disastro, dove i cellulari non hanno campo.

Una delle vittime era una guida esperta della zona, Antonio De Rasis, di Cerchiara (Cosenza), tra i volontari soccorritori dell’hotel Rigopiano. Le altre vittime: Carlo Maurici e Valentina Venditti di Roma. Tre pugliesi: Claudia Giampietro di Conversano (Bari); Gianfranco Fumarola di Cisternino (Brindisi); Miriam Mezzola di Torricella (Taranto); Paola Romagnoli bergamasca ma residente in Francia con il marito olandese.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest