Strage di Berlino, Amri aveva beffato anche i francesi: filmato alla stazione di Lione

Lo stragista aveva comprato nello scalo un biglietto per Milano con corrispondenza a Chambery

Non solo si è mosso indisturbato per oltre 10 ore a Berlino, dopo la strage. Anis Amri ha beffato anche i francesi, nonostante i controlli che, dopo le carneficine del novembre 2015, dovrebbero essere capillari. Il jihadista era passato per la stazione di Lione Part-Dieu dove aveva acquistato un biglietto per Milano con corrispondenza a Chambery. Lo dimostrano le immagini delle telecamere di video sorveglianza della stazione. Con una pistola carica. Con tanti saluti alla sicurezza.

LE INDAGINI IN ITALIA – Gli investigatori della Digos sono stati al lavoro anche il giorno di Natale per ricostruire gli spostamenti di Amri, ucciso la notte tra giovedì e venerdì scorso a Sesto San Giovanni durante un controllo della polizia. Da analizzare i dati che ieri gli investigatori tedeschi hanno portato a conoscenza degli agenti della Digos. All’esame la pistola calibro 22 che il tunisino aveva con sé, la sua scheda telefonica non utilizzata e altri elementi che potrebbero chiarire se l’uomo poteva disporre di appoggi nel Milanese, oppure se Sesto era solo un luogo di passaggio per andare altrove.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest