Repressione movimento No Vax: perquisizioni della polizia a Milano, Roma e altre città

Le indagini, coordinate dalla Procura di Milano, sono state condotte dalla Digos e dalla polizia postale. 8 indagati

In corso  perquisizioni della Polizia di Stato in diverse città nei confronti di appartenenti ai movimenti no vax, che su un gruppo Telegram avevano ipotizzato iniziative di lotta più dure per contrastare i provvedimenti del governo.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Milano, sono state condotte dalla Digos e dalla polizia postale. Gli accertamenti sono coordinati dal capo della sezione distrettuale antiterrorismo milanese, Alberto Nobili e dal pm Piero Basilone

Le perquisizioni sono scattate a Milano, Bergamo, Roma, Venezia, Padova e Reggio Emilia. Oltre alle abitazioni degli indagati, i controlli hanno riguardato pc, cellulari, tablet e account social.

Istigazione a delinquere aggravata. Per questa accusa sono indagate 8 persone membri attivi di un gruppo Telegram denominato “I guerrieri” nel quale sarebbero state progettate azioni violente da realizzare – anche con l`uso di armi ed esplosivi fai da te – in occasione delle manifestazioni “no green pass” organizzate su tutto il territorio nazionale, in particolare quella in programma nella Capitale per le giornate dell`11 e 12 settembre prossimo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest