Tsipras:  “Il report del Fmi conferma gli argomenti del mio Governo: il debito non è sostenibile”

ATENE – Secondo il numero uno dell’associazione delle banche greche, gli istituti bancari avranno una liquidità disponibile di 1 miliardo fino a lunedì. Il giorno in cui saranno ufficiali i risultati sul referendum che può decidere la permanenza di Atene nell’eurozona.
A meno di 48 ore dalla consultazione, i sondaggi segnalano un testa a testa tra il sì e il no alla proposta dei creditori. Il premier Alexis Tsipras e il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis assicurano che “un accordo è vicino”. Chi potrebbe siglarlo però non è chiaro, se entrambi parlano di possibili dimissioni nel caso in cui vinca il no. Tutto è sfumato ed incerto in queste ore. Il premier greco tenta di allontanare il clima da scontro finale, affermando che quello di domenica “non sarà un referendum sulla permanenza della Grecia nell’euro. Chiedo ai greci di votare con calma senza accettare ultimatum. Il posto della Grecia è in Europa. Il report del Fmi conferma gli argomenti del mio Governo: il debito non è sostenibile”. E se lo dicono loro.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest