Putin: “è finito il dominio degli Usa sul mondo”

Il discorso del presidente della Russia è diventato uno dei principali eventi dell’anniversario, il XXV Forum economico internazionale di San Pietroburgo

Il presidente russo Vladimir Putin è intervenuto alla sessione plenaria del 25° Forum economico internazionale di San Pietroburgo e senza giri di parole si è soffermato sulla guerra in Ucraina, il ruolo dell’Unione Europea, il predominio degli Stati Uniti.

“Alla fine l’Unione Europea ha perso la sovranità politica – ha affermato Putin – Le sue elite stanno ballando alla musica di qualcun altro”, “danneggiando la loro popolazione” e “i veri interessi” degli europei “vengono messi da parte”. In merito all’ingresso di Kiev in Europa, Putin ha ribadito: “L’Ue non è un’organizzazione militare, quindi la Russia non è contraria all’adesione dell’Ucraina”. Sul grano invece ha spiegato che la Russia “accoglie con favore l’invito dell’Onu per il dialogo sulla sicurezza alimentare“. Mosca, ha aggiunto, “non ostacola la fornitura di grano ucraino al mercato mondiale, non abbiamo minato i loro porti.  L’opzione più triste è se Kiev fornisce grano in cambio di armi“. Il presidente russo ha poi rivolto un nuovo attacco verbale agli Stati Uniti: “il loro dominio sul mondo è finito per sempre”.

La situazione economica dell’Ue si aggraverà

 Secondo Putin ci sarà “un’ulteriore aggravamento della disuguaglianza in Europa e, di conseguenza, una spaccatura nella società dovuta a errori nell’economia“. “La situazione attuale comporterà ondata di radicalismo” e, in futuro, un “cambiamento delle elite”. “Solo le perdite dirette europee dovute alla febbre delle sanzioni possono superare i 400 miliardi di dollari in un anno: questi costi ricadono sulle persone, l’inflazione in alcuni Paesi dell’eurozona è già superiore al 20%“, ha osservato il capo del Cremlino.

L’inflazione non è stata causata dall’invasione russa

  “Quello che sta succedendo nel mondo non è il risultato degli eventi di questi mesi, compresa la guerra in Ucraina. Tutto è iniziato molto tempo fa a causa della politica irresponsabile del G7“, ha evidenziato il leader russo.

L’economia russa rimane aperta 

-Da un punto di vista economico invece la Russia, “non percorrerà mai la strada dell’autarchia e dell’autoisolamento, la sua economia rimarrà aperta”, ha spiegato Putin. Il presidente russo ha poi “invitato le principali aziende russe ad investire nel Paese”. Nel suo discorso al forum economico di San Pietroburgo, il leader ha invitato “gli imprenditori russi a collegare il loro futuro e il futuro dei loro figli alla Russia”. I recenti sviluppi dimostrano che “nessun posto è come la propria casa“, ha aggiunto.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest