Presidenziali Usa, voto thrilling e veleni: decide “il postino”

Esito in bilico dopo la maratona elettorale. Trump annuncia la vittoria ma denuncia una frode in atto. Twitter cancella il messaggio, perché prematuro. Biden: “Siamo sulla strada giusta”

Chi ha vinto le presidenziali Usa? Dopo una notte elettorale è ancora impossibile dirlo. Entrambi i candidati si dichiarano a un passo dal trionfo, ma le cose sono complicate. A decidere sarà il voto per posta in alcuni Stati. Per adesso, si sa che il repubblicano Donald Trump, presidente uscente, è in vantaggio nel conteggio dei voti negli Stati chiave. Il democratico Joe Biden, rispetto al 2016, ha finora strappato al rivale il New Hampshire e l’Arizona. Quando in Italia erano le 8 del mattino – le 2 di notte orario di Washington – Trump contava 232 Grandi elettori, Biden invece 244. Per conquistare la Casa Bianca ce ne vogliono 270. In palio ne restano 62 (20 in Pennsylvania, 16 in Michigan e Georgia, 10 in Wisconsin). I risultati possono farsi attendere anche giorni, come in Pennsylvania, dove il voto postale può arrivare fino a venerdì. Ottimista ma più cauto Biden: “Siamo sulla strada giusta, la vinceremo”. Trump, invece, in un tweet, parla già di “una grande vittoria”. E aggiunge: “Siamo avanti, ma stanno cercando di rubarci le elezioni. Non lo consentiremo”. Twitter ha posto un avviso sul suo messaggio, come aveva annunciato, in caso di dichiarazioni di vittoria premature.

“Abbiamo vinto – sostiene Trump – C’è un gruppo molto triste di persone che sta cercando di distorcere il voto di milioni di elettori, una frode, un imbarazzo per la nostra democrazia. Non lo permetteremo: andremo alla Corte Suprema”. Il suo vice Mike Pence chiede che tutti i voti siano contati.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest