Ora gli Stati Uniti e Nato lo ammettono: “la Russia potrebbe vincere la  guerra in Ucraina”

E il sindaco di Kiev per la prima volta critica duramente Volodymyr Zelensky,

Ora Nato, Stati Uniti e mass media occidentali ammettono che la Russia possa vincere la guerra in Ucraina. Eloquenti le dichiarazioni rilasciate nelle ultime ore dal segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg: “Le guerre sono imprevedibili. Prepararsi anche a cattive notizie dall’Ucraina”.

Parole che arrivano due giorni dopo un articolo di The Economist in cui si legge: “Per la prima volta da quando ha invaso l’Ucraina, sembra che Putin possa vincere. Il presidente russo ha preparato il suo Paese alla guerra e rafforzato il suo controllo sul potere. Si è procurato forniture militari all’estero e sta contribuendo a rivoltare il sud del mondo contro l’America. Fondamentalmente, sta minando la convinzione in Occidente che l’Ucraina possa – e debba – emergere dalla guerra come una fiorente democrazia europea”

Intanto la first lady ucraina, Olena Zelenska, ha confidato di non volere che il marito, Volodymyr Zelensky, si candidi per un nuovo mandato come presidente.

E non finisce qui. Il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko, ha attaccato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un’intervista concessa a una televisione svizzera. “Il presidente oggi ha una funzione importante e dobbiamo sostenerlo fino alla fine della guerra ma al termine risponderà per i suoi successi o i suoi fallimenti”, ha spiegato. Secondo Klitschko il leader di Kiev ha detto “troppe informazioni che non corrispondevano alla realtà”. “La gente si chiede perché non eravamo meglio preparati per questa guerra e perché Zelensky ha negato fino alla fine che ciò sarebbe accaduto o come sia stato possibile che i russi siano riusciti a raggiungere Kiev così rapidamente”, ha affermato.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest