Napoli, le caste sindacali bloccano le funicolari e danneggiano gli utenti

Una situazione che si ripete da martedì 26 novembre

Ancora una chiusura per malattia del caposervizio di turno per una delle linee Funicolari di Napoli. L’Anm (Azienda napoletana mobilità) comunica che questa mattina non ha aperto al pubblico la Funicolare di Chiaia, linea che collega il quartiere Vomero, con stazione a monte in via Cimarosa, con il quartiere Chiaia e in particolare la zona a ridosso di piazza Amedeo.
Anche in questo caso, come già capitato per questa e altre linee Funicolari 4 volte negli ultimi 5 giorni, la sospensione del servizio è dovuta all’assenza per malattia del caposervizio di turno, con contestuale indisponibilità di sostituti.

Una situazione che si ripete da martedì 26 novembre, quando a chiudere nel pomeriggio furono le Funicolari di Chiaia, Montesanto e Mergellina, per l’assenza dei capiservizio proprio nel giorno in cui l’Anm ha redatto i nuovi orari per il prolungamento nel weekend delle corse della Funicolare Centrale, come sottolineato da Anm in una nota.
La chiusura anticipata si è ripetuta mercoledì 27 novembre, per le linee Chiaia e Mergellina, e giovedì 28 novembre per Mergellina e Montesanto, fino ad oggi con la mancata apertura mattutina della Funicolare di Chiaia.

Significativo il commento di una lavoratrice Anm: “Il  sindaco ha sbagliato in passato per non aver affrontato la situazione, il sindaco in passato ha lasciato correre dando credito a quello che gli veniva detto da alcuni sindacati. Purtroppo in Anm, ci sono vere e proprie corporazioni, caste che hanno ottenuto tanto perchè legate a certi bacini clientelari sindacali e alla politica politicante. Queste caste di lavoratori  sono state abituate male perché non hanno capito che è arrivato il tempo delle vacche magre e quindi politica o non politica,  sindacato o non sindacato certe cose non si possono fare più perché non ci sono soldi

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest