Il golpettino di Erdogan: sospesi quasi 8mila poliziotti, repressione spietata

Dopo militari e giudici tocca alla polizia. Caccia F-16 dell’esercito pattugliano durante la notte diversi centri urbani

Dopo militari e giudici, le purghe per il golpe fallito in Turchia coinvolgono la polizia. Un totale di 7.850 agenti in tutto il Paese sono stati sospesi dai loro compiti la scorsa notte e costretti a riconsegnare armi e distintivi. La decisione, cui potrebbero seguire arresti, è stata comunicata ai dipartimenti locali dal capo della polizia, Mehmet Celalettin Lekesiz.

Alcuni caccia F-16 dell’esercito turco hanno compiuto durante la notte voli di pattugliamento su diversi centri urbani del Paese, compresa Istanbul. Secondo l’agenzia statale Anadolu, i jet sono stati autorizzati direttamente dal presidente Recep Tayyip Erdogan. La decisione segnala che le autorità turche non ritengono del tutto esaurita la minaccia portata dagli autori del fallito golpe militare.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest