Europarlamento, salta l’accordo tra M5S e Alde. Il movimento: “Ci ha fermato l’establishment”

Il capogruppo dei liberali Guy Verhofstadt: “Sono arrivato alla conclusione che non ci sono sufficienti garanzie di portare avanti un’agenda comune per riformare l’Europa”

Colpo di scena: il M5S  non entrerà nel gruppo Alde all’Europarlamento, dopo il voto online che aveva sancito l’addio al gruppo Efdd. La decisione dopo il mancato accordo con i liberali. “Sono arrivato alla conclusione che non ci sono sufficienti garanzie di portare avanti un’agenda comune per riformare l’Europa” dichiara Guy Verhofstadt, capogruppo dell’Alde, che aggiunge: “Rimangono differenze fondamentali sulle questioni europee chiave”.

Attacca il M5S: “L’establishment ha deciso di fermare l’ingresso del MoVimento 5 Stelle nel terzo gruppo più grande del Parlamento Europeo. Questa posizione – si legge in un post sul blog di Beppe Grillo – ci avrebbe consentito di rendere molto più efficace la realizzazione del nostro programma. Tutte le forze possibili si sono mosse contro di noi. Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima”. Adesso per i pentastellati si profila l’iscrizione al gruppo misto.

(Foto Beppe Grillo/Fb)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest