“E’ per la Siria”: a Parigi giovane aggredisce poliziotti a martellate, ferito da spari

E’ uno studente di origine algerina che ha detto di essere un soldato del califfato. Evacuata l’intera area intorno alla cattedrale di Notre Dame. Su ordine della polizia 900 persone sono restate chiuse per oltre un’ora all’interno della basilica per consentire la ricerca di eventuali complici

“Era una persona che si presentava come uno studente algerino, era munito di un carta d’identità di cui dovremo verificare l’autenticità”. Il ministro degli Interni francese, Gerard Collomb spiega che l’uomo che ha attaccato con un martello un agente di polizia, davanti alla cattedrale parigina di Notre Dame, ha urlato “E’ per la Siria”. Subito dopo è stato raggiunto dai colpi d’arma da fuoco degli agenti. L’aggressore era in possesso anche di “alcuni coltelli da cucina”. Secondo fonti vicine alle indagini l’uomo avrebbe successivamente affermato di essere “un soldato del Califfato” dello Stato Islamico. Su ordine della polizia 900 persone sono restate chiuse per oltre un’ora all’interno della basilica per consentire la ricerca di eventuali complici.

(Foto in basso @mch2k/twitter)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest