Coronavirus, vice ministra Zampa: “Il coprifuoco creato dai Media”

Due terzi dei nuovi contagiati sono asintomatici

Il fatto che si andava verso un tremendo coprifuoco è una notizia creata dai media: nè io, nè il ministro della Salute, nè altri esponenti del governo abbiamo creduto che si dovesse andare verso il coprifuoco” – Lo ha detto la Vice Ministra alla Salute Sandra Zampa a Omnibus su La 7. E’ la prima volta che un esponente dell’esecutivo rilascia una significativa dichiarazione, una critica alle campagne terroristiche mediatiche e psicologiche che alimentano tensione, paura e tentano continuamente di condizionare le scelte dell’esecutivo. Campagne mediatiche miranti a mantenere lo stato di emergenza, forse, per difendere gli interessi economici di comitati d’affari, lobby e consorterie. “Dobbiamo uscire dalla logica del lockdown e imparare la convivenza con il virus, sennò moriamo di qualche altra cosa”, ha sottolineato la Vice Ministra, spiegando che “ci aspettiamo di vedere i primi risultati” delle misure contenute nel nuovo Dpcm “in almeno 6-7 giorni”. Un invito esplicito a gestire l’emergenza sanitaria responsabilizzando i cittadini senza allarmismi. “Due terzi dei nuovi contagiati contati ieri sono asintomatici e questo significa parecchio dal punto di vista della gestione del virus: sono persone che devono stare a casa dieci giorni e rispettare certe regole, ma che non aumentano la pressione sugli ospedali” – ha evidenziato Zampa spiegando che le nuove misure anti-Covid annunciate ieri sono state prese sulla base dei dati e sulle proiezioni di un modello che il nostro Paese ha deciso di adottare

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest