Coronavirus, il governo ferma le attività economiche non essenziali

Aperte farmacie, banche, supermercati e alimentari. Assicurati i trasporti. Conte: “Interverremo con misure straordinarie”

Emergenza coronavirus, nuova stretta del governo.  “Chiuderemo sull’intero territorio nazionale – annuncia il premier Conte – ogni attività produttiva che non, cruciale, indispensabile a garantirci beni e servizi essenziali”.  Restano aperte farmacie, banche, supermercati e alimentari. Assicurati i trasporti. “Al di fuori delle attività essenziali – spiega il presidente del consiglio – consentiremo solo lo svolgimento di lavoro in modalità smart workinig” . Conte promette: “Lo Stato c’è, il governo interverrà con misure straordinarie che ci consentiranno di rialzare la testa”. 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest