Coronavirus: 229 i contagiati in Italia, 7 le vittime

A Mauritius negato lo sbarco ai nostri connazionali provenienti dalle zone a rischio

 Sono sette i morti per il coronavirus in Italia. Ultimo, in ordine di tempo, un 62enne dializzato che era stato trasferito da Lodi all’ospedale Sant’Anna di Como. Intanto 11 comuni del lodigiano e uno del padovano restano isolati. Sono le aree “focolaio” del nuovo coronavirus, che le autorità sanitarie stanno provando a contenere, con misure come il divieto di allontanamento e ingresso, assicurato grazie ai posti di blocco. Nel frattempo aumentano i contagi: 229 in totale in Italia, di cui 167 solo in Lombardia, e solo un caso di guarigione. Tuttavia, per il capo della protezione civile, Angelo Borrelli, la situazione è sotto controllo “In Italia si è cercato di arginare la diffusione del contagio con delle misure maggiormente precauzionali. Abbiamo registrato due focolai nel nostro Paese e siamo intervenuti con misure impegnative pesanti e quindi riteniamo che nel nostro Paese ci sia la sicurezza e si possa venire tranquillamente”. Mentre si affronta l’emergenza negli ospedali italiani, all’estero iniziano a prendere le prime misure precauzionali. I passeggeri di un volo Alitalia partito da Roma sono stati fermati dopo l’atterraggio a Mauritius, nell’Oceano Indiano. Ai 40 turisti provenienti da Lombardia e Veneto, non è stato permesso di scendere a terra

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest