Caserta: “La mafia si può vincere”

Giovedì, alla presenza di Roberto Maroni, ultimo appuntamento con il Piccolo Festival della Politica

Ci sarà anche Roberto Maroni, già Ministro dell’Interno, giovedì 11 ottobre alle ore 17.30 nella splendida “Villa Vitrone” in via Renella a Caserta per l’ultimo appuntamento con la settima edizione del Piccolo Festival della Politica. Appuntamento conclusivo con la presentazione del libro “La mafia si può vincere” scritto da Giacomo Ciriello. All’incontro, oltre all’autore e al il già Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, parteciperanno anche il Presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca, il Dirigente Scolastico del Liceo “A. Manzoni” di Caserta, Adele Vairo, il giornalista de “La Repubblica”, Dario Del Porto ed il già Prefetto Giuseppe Procaccini, coordinati e moderati dal giornalista, Giancristiano Desiderio, reading a cura di Massimo Santoro, docente ed attore. Il libro di Giacomo Ciriello ripercorre l’esperienza di Roberto Maroni al Ministero dell’Interno nei quarantadue mesi del IV Governo Berlusconi, una delle stagioni di maggiori successi dello Stato nella lotta alla criminalità organizzata, che la storia repubblicana ricordi. Dal “pacchetto sicurezza” al “Piano straordinario antimafia”. Dal Fondo unico di giustizia, all’Agenzia per l’amministrazione dei beni sottratti alla mafia. Leggi più efficaci, approvate in molti casi con l’appoggio delle opposizioni, nuovi strumenti di contrasto, maggiori risorse agli apparati di sicurezza, cattura di superlatitanti, carcere ancora più duro, record di sequestri e confische, protocolli di legalità e controlli negli appalti pubblici, militari a presidio del territorio. A dimostrazione che, se ci sono volontà e unità di intenti, lo Stato ha gli uomini e i mezzi per vincere la mafia. “Il Piccolo Festival della Politica dopo le tre tappe sannite a Sant’Agata de’ Goti, chiude a Caserta la settima edizione – ha dichiarato Domenico Giordano, amministratore della società Arcadia che organizza e produce il Festival – ma, in verità, stiamo pensando e verificando una diversa calendarizzazione del programma, con appuntamenti singoli, incontri periodici per gestire al meglio la presenza dei nostri ospiti e interlocutori. Per il momento, a conclusione di questa edizione, siamo soddisfatti del riscontro avuto e ci teniamo a ringraziare nuovamente sia il pubblico che ha partecipato ai singoli eventi e sia tutti i relatori, ospiti e giornalisti che hanno animato gli appuntamenti”

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest