Bancarotta, Emilio Fede condannato a 3 anni e mezzo

L’ex direttore storico del Tg4 è accusato di aver trattenuto una parte degli aiuti economici che Silvio Berlusconi fece a Lele Mora. Dovrà risarcire 1,1 milioni di euro

L’ex cavaliere aveva versato quella somma per salvare l’impresa Lm Management, all’epoca sull’orlo del crac. Emilio Fede è stato condannato a 3 anni e mezzo di carcere nel processo milanese di primo grado in cui era imputato per concorso in bancarotta con Lele Mora (che ha patteggiato), perché avrebbe distratto un milione e 100 mila euro del finanziamento di 2 milioni e 750 mila euro versato nel 2010 in più tranche da Silvio Berlusconi all’ex talent scout. Il pm Eugenio Fusco aveva chiesto 3 anni di carcere. Inoltre, il Tribunale di Milano ha condannato l’ex direttore del Tg4 a versare la presunta somma distratta di un milione e 100mila euro alla procedura fallimentare. “E’ una condanna assolutamente ingiusta – commenta l’avvocato Alessandra Guarini, legale di Mora – Fede è totalmente estraneo e lo dimostreremo in appello. Le testimonianze hanno provato la sua innocenza ed è quindi sorprendente questa condanna che arriva, ancora una volta, dal Tribunale di Milano”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest